Stop alla comunicazione dei beni a soci e familiari

22 marzo 2017

Dichiarazioni e Adempimenti fiscali, Imposte dirette
Abolita a partire dall’anno d’imposta 2017 la comunicazione dei beni ricevuti in godimento da soci e familiari, prevista dall’art.2 del DL 138/2011.

 

Abrogata la disciplina, e i connessi controlli dell’Agenzia delle Entrate, che prevedeva l’obbligo di comunicazione al Fisco dei beni d’impresa concessi in godimento ai soci o familiari dell’imprenditore, nonché dei finanziamenti e delle capitalizzazioni erogati all’impresa dagli stessi soci o familiari dell’imprenditore, contenuta nei commi 36-sexiesdecies e 36-septiesdecies dell’articolo 2 del DL 138/2011.

A prevederlo è il Decreto Legge 244/2016 (c.d. MILLEPROROGHE).

Mentre è abolito l’obbligo di comunicazione, la tassazione del reddito in capo al socio o familiare utilizzatore, prevista dall’articolo 67, comma 1, lett. h-ter) del DPR 917/1986 (TUIR), non subisce modifiche.

In assenza di chiara e puntuale previsione, si ritiene che la novità normativa trovi applicazione già con riferimento alle comunicazioni relative all’anno d’imposta 2016, in scadenza al 30 ottobre 2017.

Ultime News

Le Nostre News

Feed News